I PIÙ CLICCATI


Powered by Easytagcloud v2.1

Articoli per data

Powered by mod LCA

Il significato dei colori in Cina


CinacoloriSappiamo bene che i colori oltre a evocare sensazioni e suggestioni individuali, sono portatori di particolari significati all’interno di una determinata cultura e in un determinato periodo storico . Infatti il rosso ci fa pensare all’amore e alla passione, il bianco alla purezza, il nero al lutto…

Ma proprio perché questi significati sono legati ad uno specifico ambito culturale, non hanno una valenza simbolica universale, e variano da una parte del mondo all’altra. Qual è il significato dei vari colori in Cina? Vediamo di scoprirlo insieme.

Partiamo col prendere in considerazione il rosso, un colore che è sempre stato molto importante nella storia della civiltà cinese. Esso è il colore del potere (nella Cina imperiale come oggi), della buona sorte (la biancheria rossa serve per l’appunto a scacciare gli influssi infausti), ma anche del matrimonio (le spose tradizionalmente vestivano di rosso) e delle festività in generale (ad esempio durante il capodanno cinese, in cui vi è difatti un tripudio di decorazioni di questo colore).

Anche il giallo è culturalmente molto rilevante: è il colore dell’elemento terra e del centro (nella cultura cinese era il quinto punto cardinale). Un tempo era inoltre associato alla figura dell’imperatore, mentre oggi è il colore della pornografia (quindi non sorprendetevi se un vostro amico cinese vi guarderà male quando dite di adorare i libri gialli).

Il verde d’altro canto è il colore dell’infedeltà: dire che un uomo “indossa un cappello verde”, equivale ad affermare che ha subito un tradimento da parte di sua moglie.

È risaputo invece che il bianco nei paesi asiatici viene associato al lutto: bianchi erano in passato i vestiti dei figli in lutto, o i fiori tra i capelli delle figlie. Inoltre il bianco è il colore associato con il punto cardinale dell’ovest, dove secondo la tradizione buddista si trova il paradiso.

E il nero? Il nero nella cultura cinese può avere una doppia valenza. Da una parte è il colore dell’illegalità e degli atti criminosi (le “auto nere” sono i taxi abusivi, il “partito della mano nera” altro non è che un modo per designare la mafia, e il “lavoro nero” ha lo stesso significato dell’espressione italiana), ma dall’altra, soprattutto nell’antichità, il nero veicolava anche significati positivi. Era il colore associato al ferro, e per questo simboleggiava la determinazione e la rettitudine. 



Seguici su:

Login Form