I PIÙ CLICCATI


Powered by Easytagcloud v2.1

Articoli per data

Powered by mod LCA

Quella griglia sempre vuota!

Manca meno di un mese all’inizio della stagione 2012 della MotoGP, eppure l’attesa non è più la stessa.

Probabilmente perché Rossi e la Ducati non sono ancora competitivi, perché il Dovi che può stare là davanti a combattere con i migliori non è capace di trasmettere emozioni, perché in griglia mancano italiani forti; perché il 65 se ne andato e perché il 58 non tornerà mai.

Quella griglia che Ezpeleta ha voluto riempiere con la nuova formula delle CRT è vuota…comunque.

Nessuno potrà sostituire i suoi ricci, il suo sorriso, le sue espressioni “colorite”!

Marco non c’è più e manca!

Manca a noi appassionati di due ruote, alla sua famiglia e al motomondiale.

Marco manca perché si credeva in lui.

Quel ragazzo biondo che dal 2008 aveva fatto riscoprire la classe 250cc a chi per molto tempo l’aveva dimenticata.

Le sue bagarre, le sue fughe solitarie, il suo stile di guida unico avevano fatto rinascere il sogno, il suo e il nostro!

Pilota italiano, su moto italiana, campioni del mondo.

Mi ricordo di quella stagione come se fosse ieri, quando con una LE combatteva con gli spagnoli armati di RSA ufficiale e li batteva!

Che sogno, che goduria!

Marco manca perché con il suo talento era arrivato a correre nella massima espressione di quello che è il motociclismo moderno e non solo, stava diventando un protagonista di quelli con la “P” maiuscola, di quelli che al parco chiuso indossano il cappello con la scritta 1st per ricordare a tutti che sono loro i primi, i migliori!

Possono mettere quante moto e quanti piloti vogliono ma non sarà mai più lo stesso.

Ciao Marco!